{ "@context": "http://schema.org", "@type": "Organization", "url": "http://intrappola.to", "logo": "http://intrappola.to/assets/img/intrappolato_quadrato.jpq" , "contactPoint": [ { "@type": "ContactPoint", "telephone": "+393347733737", "contactType": "customer service" } ] }

2017-06-22 ‖ web

ImpresaMia.com - Start-up Intrappola.to: il divertimento è una cosa seria

Trasformare un’idea in una start up prima e poi, rapidamente, in un’azienda in costante crescita non è impresa da tutti. Ci sono riusciti Daniele Massano e Stefano Gnech che nel 2015 hanno portato in Italia la prima Escape Room, Intrappola.To, aprendo un canale del business dell’intrattenimento che sino a quel momento non aveva sfiorato l’Italia ma che, nel giro di un anno, ha visto esplodere un vero e proprio fenomeno nel Belpaese. Intuizione, cervello, logica, capacità di osservazione, lavoro di gruppo e complicità…una stanza e un’ora di tempo per scoprire indizi, identificare codici, risolvere combinazioni e aprire un lucchetto dopo l’altro per tentare di riconquistare la libertà. Solo il 3% dei partecipanti è riuscito ad uscire e a conquistare l’ambitissimo posto nel wall of fame del sito, riservato ai gruppi che riescono nell’impresa di terminare il percorso. Difficile… ma non impossibile! Le prime due stanze di Intrappola.to sono state aperte nel marzo 2015 a Torino. Di lì il successo è stato tanto rapido quanto inaspettato. “Avevamo giocato ad una Escape Room all’estero e ci aveva divertito molto – raccontano Daniele e Stefano, fondatori di Intrappola.to. Abbiamo subito pensato che un gioco simile sarebbe potuto piacere anche in Italia, ma non ci aspettavamo che la richiesta fosse così rapida e diffusa”. Nel giro di pochi mesi erano già aperte le stanze di Milano, Genova e Piacenza. E oggi, a 1 anno e mezzo dal lancio, le sedi Intrappola.To sono 30, sparse su tutto